BLOG

AVVENTO CATECHISMO IN FAMIGLIA 3 DOMENICA

Il cuore dell’uomo desidera la gioia. Tutti desideriamo la gioia, ogni famiglia, ogni popolo aspira alla felicità. Ma qual è la gioia che il cristiano è chiamato a vivere e a testimoniare? E’ quella che viene dalla vicinanza di Dio, dalla sua presenza nella nostra vita. Da quando Gesù è entrato nella storia, con la sua nascita a Betlemme, l’umanità ha ricevuto il germe della gioia. Non occorre più cercare altrove! Gesù è venuto a portare la gioia a tutti e per sempre. Gesù stesso è la nostra gioia, e con Gesù la gioia è di casa.

Continua a leggere »

AVVENTO CATECHISMO IN FAMIGLIA 1 DOMENICA

Certamente l’Avvento che ci apprestiamo  a  vivere  sarà  particolare ed anche un  po’ faticoso, in ogni modo viviamolo in maniera unica e speciale: insieme genitori e ragazzi nelle nostre case e la Domenica nella  chiesa parrocchiale,la casa di Dio e la casa della nostra preghiera comune.
Continua a leggere »

TEMPO DI AVVENTO 2020 “CAMMINIAMO NELLA SPERANZA”

Due parole affiorano dal cuore in questo tempo particolarmente complesso: speranza e prossimità. I tempi dell’Avvento e del Natale segnano l’inizio di un nuovo anno liturgico. Come andrà? Cosa aspettiamo? Mentre le nostre parole restano incerte e mute, la Parola di Dio in questo tempo annuncia e celebra la speranza: il Padre, nel mistero dell’Incarnazione del Figlio, si rivela volto compassionevole dell’Amore e, fedele alla sua promessa, si fa prossimo all’umanità ferita, stanca e sofferente.

Continua a leggere »

PADRE NOSTRO NON CI INDURRE IN TENTAZIONE O NON ABBADONARCI ALLA TENTAZIONE

E’ monsignor Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, presidente della Conferenza abruzzese–molisana e noto teologo, ad annunciare in anteprima che “il Messale con la nuova versione del Padre Nostro voluta dalla Conferenza Episcopale Italiana uscirà qualche giorno dopo la prossima Pasqua”. Nella preghiera, l’invocazione a Dio ‘non indurci in tentazione’ è stata modificata con una traduzione ritenuta più appropriata: ‘non abbandonarci alla tentazione’.  “L’uso liturgico sarà introdotto a partire dalle Messe del 29 novembre di quest’anno, prima domenica d’Avvento”.

Continua a leggere »

MESSAGGIO DEI VESCOVI ITALIANI IN TEMPO DI PANDEMIA

Vorremmo accostarci a ciascuno di voi e rivolgervi con grande affetto una parola di speranza e di consolazione in questo tempo che rattrista i cuori. Viviamo una fase complessa della storia mondiale, che può anche essere letta come una rottura rispetto al passato, per avere un disegno nuovo, più umano, sul futuro. «Perché peggio di questa crisi, c’è solo il dramma di sprecarla, chiudendoci in noi stessi» (Papa Francesco, Omelia nella Solennità di Pentecoste, 31 maggio 2020).

Continua a leggere »

ESERCIZI SPIRITUALI NELLA VITA QUOTIDIANA AL COLLE: RICONCILIAZIONE, GIOIA DEL RITORNO

Dal 19 al 23 Ottobre 2020 P. Francesco Crivellari (sacramentino) anima il Corso di esercizi spirituali nella vita quotidiana.  Gli Esercizi Spirituali sono un’esperienza personale d’incontro con il Signore attraverso la meditazione della Parola di Dio e la preghiera. L’esperienza degli esercizi  si pone su un piano diverso rispetto agli altri strumenti di formazione e di educazione alla fede (catechesi, conferenze) perché coinvolgono tutte le dimensioni della persona (intelletto, memoria, corpo, emotività, immaginazione, volontà) e generano comportamenti e scelte di vita.  Per avvicinare le persone a questa pratica si è favorito un programma che possa facilitare la partecipazione prevedendo due turni: uno giornaliero e uno solo serale in modo da consentire a tutti la partecipazione secondo le reali possibilità personali.  Aderendo agli Esercizi spirituali ognuno dovrà scegliere di partecipare al primo giornaliero  o al turno serale delle ore 20.30. La partecipazione è libera e gratuita, l’impegno degli esercizi prevede la presenza non saltuaria  e al turno cui si è scelto di aderire. 

Continua a leggere »

BEATO CARLO ACUTIS: L’EUCARISTIA LA MIA AUTOSTRADA PER IL CIELO

Il 3 maggio 1991, a Londra, dove i suoi illustri genitori, Andrea e Antonia, si trovano in quel momento per motivi di lavoro, nasce Carlo Acutis. Nel settembre dello stesso anno, rientrano tutti e tre a Milano, la loro città.

Molto presto, Carlo si rivela un bambino di straordinaria intelligenza, quindi di una geniale capacità di utilizzare i computer e i programmi informatici. È affettuoso, vuole molto bene ai suoi genitori, trascorre del tempo con i nonni. Frequenta le scuole elementari e medie presso le Suore Marcelline di Milano, poi passa al Liceo Classico Leone XIII retto dai Padri Gesuiti. Ama il mare, i viaggi, le conversazioni, fa amicizia con i domestici di casa, è aperto a tutti e a tutti rivolge saluto e parola. Ha un temperamento solare, senza alcuna difficoltà a parlare con i nobili o con i mendicanti che incontra per strada. Nessuno è mai escluso dal suo cuore davvero buono.

Continua a leggere »